fbpx

Alla scoperta di Londra & Regno Unito

Fine del lockdown vicina in UK

Questa pandemia ha colpito un po’ tutti, chi più e chi meno. C’è chi ha perso una persona cara, e chi da asintomatico positivo è costretto a rinchiudersi in casa in autoisolamento per proteggere le vite di altre persone. Chi per paura è rimasto chiuso in casa nel dubbio, uscendo solo quelle poche volte per pura necessità come per fare la spesa o buttare la spazzatura. Anche solo per fare un po’ d’esercizio fisico all’aria aperta per non impazzire nella propria dimora in solitudine.

Insomma ognuno sta vivendo questo periodo, che periodo più non è perché ormai diventato un anno, in maniera diversa pur essendo più o meno sulla stessa barca.

Però sembra che in questo 2021 riusciremo a vedere uno spiraglio di luce: il 22 Febbraio il Primo Ministro Boris Johnson ha dichiarato che un nuovo piano in 4 fasi è stato escogitato per far sì che entro il 21 Giugno 2021 tutte le restrizioni riguardanti il distanziamento sociale possano essere annullate per farci tornare ad una “quasi” normalità. Ovviamente con la giusta cautela.

Johnson ha descritto il piano come “una strada a senso unico verso la libertà”, e a vedere le ultime novità riguardanti le vaccinazioni, si direbbe che il Regno Unito ha una buona probabilità di uscire da questa brutta situazione entro l’anno.

Oltre 26 milioni di persone hanno ricevuto la prima dose ad oggi (controllabile qui ) e si prevede di arrivare a un totale di 32 milioni di vaccinazioni (prima dose) entro il 15 Aprile.

 

Al momento il programma in Inghilterra sta invitando coloro che hanno età maggiore di 56 anni a prenotare il proprio appuntamento, dopo che i primi quattro gruppi – ultra 70enni, residenti nelle case di riposo, lavoratori della sanità e i soggetti molto vulnerabili – hanno ricevuto la loro iniezione a metà Febbraio. Subito dopo seguiranno le persone dai 50 anni in su, tutti i keyworkers e tutti coloro che sono eleggibili per ricevere il vaccino.

Ma torniamo al piano: gli step saranno 4, con un gap di almeno cinque settimane tra loro per permettere di tenere il controllo del processo. Il primo step è già iniziato, dato che l’8 Marzo tutte le scuole hanno riaperto con annesse le attività extracurriculari all’aperto. E’ permesso per DUE persone incontrarsi all’aperto, come in un parco. Ma c’è un’altra fase del primo step ancora non raggiunta.  

 

1° STEP – 29 MARZO

 

Incontri all’esterno per un massimo di SEI persone (o due household), incluso nei giardini privati.

– Le strutture sportive all’aperto come i campi di tennis o basketball riapriranno e anche sport organizzati per adulti e bambini, come il calcio di base. 

 

2° STEP – 12 APRILE

 

– Negozi al dettaglio, parrucchieri ed alcuni edifici pubblici come le biblioteche riapriranno.

– Strutture all’aperto come zoo, parchi a tema, beer gardens, ristoranti all’aperto.

– Luoghi per il tempo libero al chiuso come piscine e palestre.

– Alloggi indipendenti per le vacanze, come i campeggi e alloggi con cucine indipendenti.

– Ancora non sarà possibile incontrarsi al chiuso con persone che non vivono insieme a noi, ma il coprifuoco dell’hospitality sarà annullato.

– Massimo 30 persone ai funerali, 15 ospiti ai matrimoni.

 

3° STEP – 17 MAGGIO (se i dati lo permetteranno)

 

– Non ci sarà più la “regola dei sei” all’esterno, ma potranno incontrarsi fino a 30 persone.

– Fino a 6 persone di due differenti households potranno incontrarsi al chiuso.

– Cinema, musei, hotel, esibizioni ed eventi sportivi riapriranno, con il distanziamento sociale.

– Le strutture davvero molto grandi, come gli stadi di calcio, potranno ospitare fino a 10,000 spettatori.

– Fino a 30 persone ai matrimoni, ricevimenti, funerali e veglie.

 

Boris Johnson ha dichiarato che probabilmente questa fase vedrà anche la nascita dei cosiddetti “passaporti del vaccino”, per garantire una maggiore sicurezza durante la riapertura delle attività al chiuso.

 

4° STEP – 21 GIUGNO (se i dati lo permetteranno)

 

– Se tutto va come previsto, tutti i limiti sul contatto sociale verranno rimossi, con gli ultimi settori dell’economia che vedranno la riapertura, come le discoteche.

– Anche tutte le restrizioni riguardo matrimoni e funerali verranno abolite.

Ovviamente tutto il piano va preso con le pinze, ma procedendo a dovere si dovrebbe vedere la fine del tunnel entro questa estate.

 

Le condizioni su cui è basato l’andamento del piano sono 4:

 

– Il programma dei vaccini continua come previsto
– Le prove mostrano che i vaccini riducono il numero dei morti e dei soggetti che hanno bisogno di trattamento ospedaliero
– Il tasso di infezione non rischia un’impennata dei ricoveri in ospedale
– Nuove varianti non cambiano il rischio della revoca delle restrizioni
Hyde Park, Londra
Se tutte queste condizioni saranno sotto controllo fino a Giugno 2021,  allora potremo finalmente pensare di ricominciare una vita “quasi” normale. “Quasi” poiché bisognerà comunque stare attenti e non adagiarsi troppo, per non ritornare poi alla fase in cui ci diranno di stare a casa e uscire solo per fare la spesa. Nessuno di noi vuole questo, giusto?giusto? Dalla nostra parte, ci stiamo preparando al meglio per le settimane che ci aspettano, per portarvi con noi alla scoperta della vera Londra, che è tutta da scoprire! Verrete con noi?
0
Vorremmo sapere la tua , lascia un commento, graziex